Il carugio di Corniglia

    
PER PRENOTARE
TEL.    +39 0187 81 22 93
CELL. +39 335 17 57 946
CELL. +39 339 22 83 803
info@ilcarugiodicorniglia.com
Chi siamo  |  Strutture  |  Prezzi  |  Dintorni  |  Cinque Terre  |  Corniglia  |  Dove siamo  |  Contatti  |  Link  |  Diario degli Ospiti
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
Sei qui: Dintorni
Dintorni

Un territorio tutto da scoprire, dal mare di Lerici e Portovenere alla campagna della Val di Vara, ai musei della Spezia.

Lerici
Se La Spezia può fregiarsi del titolo di "Golfo dei Poeti", gran parte del merito è di Lerici. Qui Byron e Shelley hanno scelto di trascorrere i momenti più profondi della loro vita, e hanno immortalato la baia lericina in tutta la sua bellezza nei versi eterni delle loro poesie. Una bella passeggiata lungomare vi condurrà dal castello di San Terenzo a quello di Lerici. Nel borgo avrete poi modo di fare shopping tra i numerosissimi negozi delle griffe più esclusive.


Portovenere
La crescente fama di Portovenere, a livello nazionale ed internazionale, ha sì fatto aumentare esponenzialmente il numero dei turisti di tutto il mondo che ogni anno scoprono -e riscoprono- la bellezza di questo borgo senza eguali, ma non ha intaccato nulla del fascino originale del paese e dei suoi suggestivi panorami. Dopo aver fatto un bel tuffo nelle acque limpide dell'Arenella, dell'Ulivo o della Grotta Byron, alla sera scoprite il fascino della chiesa di San Pietro (del VI secolo ma ricostruita nel 1200), interamente protesa verso il mare aperto: illuminata, vi lascerà senza parole. Merita sicuramente una visita anche l'antistante isola della Palmaria, distante appena poche centinaia di metri dal paese, ancora per la maggior parte allo stato selvaggio. 


Sarzana

Situata nel centro della Lunigiana, di cui può essere a ragione considerata la "capitale" naturale per conformazione e carisma, Sarzana è un moderno centro artigianale, agricolo e turistico, pur conservando la sua anima medievale. A tal proposito, meritano una visita la Cittadella, voluta nel 1488 da Lorenzo il Magnifico, e la Cattedrale di S. Maria Assunta, al cui interno si trova la splendida Croce di Maestro Guglielmo (1138). La città è famosa anche per le numerose botteghe di antiquariato e restauro, e non a caso ospita, nel mese di agosto, la Mostra Nazionale dell'Antiquariato e la Soffitta nella Strada, suggestiva rassegna nei vicoli del centro.


La Spezia

Vanto della città fortemente voluta da Cavour, il Museo Navale spezzino è tra i più completi della Marina Militare Italiana. Al suo interno potrete trovare un'incredibile serie di cimeli navali, dalle carte geografiche alle armi subacquee, oltre ad una raccolta di oltre 150 modelli di navi, tra cui un posto di assoluto rilievo è ricoperto dalla Nave Scuola Amerigo Vespucci, costruita nel laboratorio del museo stesso.
La Spezia offre molte opportunità anche agli amanti dell'arte e della storia.
Per gli appassionati di arte contemporanea c'è il CAMEC, per chi vuole invece fare un viaggio attraverso la pittura e la scultura nei secoli, imperdibile il Museo Amedeo Lia. Il Museo ha sede nell'antico complesso conventuale dei frati minimi di San Francesco di Paola, insediatisi nella città della Spezia attorno alla seconda decade del 1600. Dono del collezionista pugliese, naturalizzato spezzino, Amedeo Lia - che continua a vivere quotidianamente il museo, respirandone ogni giorno l'arte che emana - il museo si articola in 13 diverse stanze "a tema": si va dagli oggetti liturgici alle nature morte, passando per ritratti e dipinti del '500, '600 e '700, sculture e vetri, fino ad arrivare alla superba "Camera delle Meraviglie".
Per chi, invece, è amante dell'archeologia, merita sicuramente una visita il Castello di San Giorgio, nato  per ragioni di difesa della vecchia città. Il Castello  è aperto al pubblico ed è sede del Museo Civico archeologico Ubaldo Formentini, oltre ad essere utilizzato spesso per incontri, dibattiti e conferenze.


La Val di Vara
La più grande valle della Liguria (occupa ben 2/3 del territorio spezzino) presenta un paesaggio ed un manto boschivo straordinariamente multiformi. Tutta la valle è costellata di centri storici posti in posizioni suggestive (Corvara, Borghetto Vara et similia) che dominano le spaziose anse degli affluenti del fiume. Splendide montagne dai larghi orizzonti le fanno da scialle ed incantano i turisti. Formato da una sequela interminabile di colline dai dolci crinali, il panorama della Val di Vara si sa rinnovare in ogni anfratto. I numerosi torrenti che attraversano la valle, rigandola come lacrime su un viso bellissimo, uniti ai 15 comuni (sui 32 della provincia spezzina) presenti, trasmettono sensazioni sempre diverse, a seconda dell'inclinazione della luce e della stagione. Pini e macchia sono le specie vegetali più diffuse, e molte zone sono verdi anche d'inverno. La Val di Vara conserva intatta anche la sua anima medievale nei numerosissimi centri storici ed un certo rigore formale, dal punto di vista architettonico, rende i paesi particolarmente gradevoli. Il tempo sembra essersi fermato in questi luoghi ameni: l'agricoltura è ancora la prima forma di sostentamento, e le tradizioni si trasmettono  anche via orale, oggi come un secolo fa. La gente di questi posti è particolarmente legata alle proprie radici: prova ne siano i numerosi centri culturali aperti nella valle con l'obiettivo di difenderne il patrimonio storico ed ambientale. 


Luni
Situato al confine tra Liguria e Toscana, Luni è il paese più vecchio di tutta la penisola italiana. La zona, infatti, era abitata sin dal Paleolitico, ma il paese è stato fondato “solo” nel II secolo avanti Cristo ed era famoso in epoca romana grazie al suo porto dal quale partivano le navi cariche del marmo delle Apuane. Intorno al X secolo, la malaria ed il progressivo interramento del porto portarono alla caduta della città: nel 1058 tutta la popolazione si trasferì a Sarzana, che ha quindi un grande debito verso la città delle statue stele. Non dimenticate quindi una visita al Museo Archeologico, costruito nel centro della vecchia città di Luni, che conserva moltissimi reperti del periodo romano.


La Versilia
Seppur tecnicamente la Versilia faccia parte della Toscana, La Spezia - che è una sorta di punto di raccordo tra tre regioni: la Liguria, l'Emilia e la Toscana, appunto - le è molto vicina. Ciò fa sì che la sera, nei weekend soprattutto, la Versilia venga presa d'assalto dai giovani spezzini che "migrano" di una trentina di chilometri per garantirsi un'ampia gamma di scelta di discoteche, discopub ed intrattenimenti di ogni genere. Tra Marina di Massa e Forte dei Marmi potrete scegliere tra una serie di locali "in" gestiti dai Briatore e Brosio di turno, feste meno formali sulla spiaggia, pianobar e qualsiasi altra forma di divertimento.



Lerici
Portovenere
Tellaro
La Spezia - Il molo
La Spezia
Villafranca Lunigiana